Sibillini: da Lago di Pilato al Monte Vettore

Itinerario trekking alla scoperta di uno dei laghi di origine glaciale più belli dell'Appennino

Sibillini: da Lago di Pilato al Monte Vettore

FORCA DI PRESTA -  VETTORETTO – RIFUGIO ZILIOLI – PUNTA DI PRATO PULITO – CIMA DEL LAGO – REDENTORE – PIZZO DEL DIAVOLO – LAGO DI PILATO – MONTE VETTORE

Itinerario trekking ad anello da Forca di Presta 1543 m
Tempo: 8 ore incluso soste
Dislivello: 1580 m
Km: 19
Difficoltà: EE  per escursionisti esperti
Segnaletica: omini su sentiero ben tracciato
Uscita autostradale: A 14 San Benedeto del Tronto

In sintesi:
Si tratta di un itinerario molto frequentato, fino al Lago di Pilato, e ben segnalato che consente di ammirare le cime più alte dei Monti Sibillini.

Descrizione itinerario:
L’itinerario parte da Forca di Presta da dove è impossibile sbagliare. Dalla croce Zilioli (foto 1) circa 2000 m, una salita pietrosa porta alla prima cima di giornata sulla destra del sentiero, il Vettoretto  (foto 2) 2052 m. Il sentiero prosegue fino alla sella delle Ciàule 2240 m e lì troviamo il Rifugio Zilioli (foto 3) purtroppo ad oggi chiuso…

Dalla Sella si procede cresta cresta verso Ovest fino a trovare la Punta di Prato Pulito (foto 4) 2373 m da cui si può ammirare lo spettacolo sottostante del Lago di Pilato che assume nel periodo estivo una strana forma di occhiali da sole (foto 5)
Dopo un susseguirsi di Sali e scendi sul sentiero che la forza del terremoto ha spaccato in due, si giunge a Cima del Lago (Foto 6) 2422 m a cui segue Cima del Redentore (foto 7) dove la vista spazia sui Sibillini e sulla splendida Castelluccio di Norcia in questo periodo in fiore(foto 8).

Cresta cresta si va avanti fino a Pizzo del Diavolo (foto 9) 2410 m e da qui inizia il bello!
Per scendere al Lago di Pilato 1941 m si torna indietro fino alla piccola sella tra il Redentore e Pizzo del Diavolo e ci si butta a valle in uno scomodo brecciaio (foto 10) perdendo circa 500 mt di dislivello.
Una volta giù bisogna rispettare le norme del Lago per non dar fastidio al piccolissimo gamberetto che vive lì, il Chirocefalo. Questo è un lago glaciale formatosi dallo sbarramento creato dai resti di una morena di epoca glaciale ed è un luogo leggendario in quanto si narra che nelle sue acque sia custodito il corpo di Ponzio Pilato.( foto 11 -12 -13 -14-15-16-17-18)
Terminato il giro del lago, il più a largo possibile per non schiacciare le uova del Chirocefalo, si risale verso la sella della Ciàule mantenendosi sulla sinistra fino ad arrivare sulla cima del Vettore (foto 15) 2476 m.

Scritto da:Lucia Cavallucci

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

  • Croce Zilioli
    Vettoretto 2052 mt
    Rifugio Zilioli
    Punta di Prato Pulito 2373 mt
    Il lago dagli occhiali o lago di Pilato
    Cima del Lago 2422 mt
    Cima del Redentore 2.448 mt
    Casteluccio e i suoi campi fioriti
    Pizzo del Diavolo 2410 m
    Scendendo al lago
    Lago di Pilato
    Brecciaio per arrivare al lago
    Lago dagli occhiali o Lago di Pilato
    Lago di Pilato
    Lago di Pilato
    Lago di Pilato
    Lago di Pilato
    Lago di Pilato
    vetta di Monte Vettore 2476 m
    Castelluccio di Norcia e i pavaveri rossi
    La piana di Castelluccio di Norcia
    La piana di Castelluccio di Norcia

Come arrivare

Lascia un commento

Esegui il login per commentare.

Stazioni invernali

  • La stazione invernale di Passolanciano

Itinerari Invernali

Snowpark Abruzzo

  • Magnola Snowpark - Ovindoli

Itinerari trekking

0
Shares