Lago della Duchessa da Val di Fua e Vallone del Cieco

Il bello di questo percorso é la varietá degli ambienti e spot da ammirare e fotografare. Il primo spot lo si incontra alla partenza, un antico e piccolissimo borgo ristrutturato, Cartore, immerso nei pascoli e boschi ai piedi dei Monti della Duchessa. Da qui si inbocca la Val di Fua , un canyon scavato nella roccia con pareti a tratti ravvicinate e ripide che sovrastano il boschivo nel quale si é immersi. Poi una prima impettata dal fondo valle vi porta sulla parete sinistra. Qui continuano i faggi e il sentiero richiede maggiore attenzione soprattutto in un paio di passaggi, dove comunque c'è l'ausilio di catene lungo la parete. Sul finire della valle siamo gia a 1600m ed inizia il Vallone del Cieco. Ormai il sentiero è poco impervio e largo, e i monti ai lati hanno pendenze addolcite. Al diradarsi degli alberi si incontrano tre piccole costruzioni in pietra per pastori di cui il primo è a diposiziona anche per gli escursionisti. Peccato per le condizioni in cui si trova. Proseguendo sempre lungo il sentiero, ormai quasi pianegginate, ci si lascia dietro la linea degli alberi e dopo breve si potrà ammirare sul lato destro il Muro Lungo, una parete rocciosa dove sono stati reimpiantati dagli anni '90 i Grifoni, gli avvoltoi europei. Si arriva finalmente al lago, quota 1800m, al centro di un arena sovrastata da medie vette intorno ai 2000m o poco oltre, che vi offre l'inbarazzo della scelta per completare questo veriegato percorso. Noi abbiamo scelto una balconata a ridosso del Pizzo dell'Uccettù per il panorama sottostante, che ci ha portato sui 2000m. Non è la vetta maggiore ma a mio avviso ha una vista eccezionale. P.S. Non mi sono dilungato in indicazioni su come arrivare al punto di partenza perchè oggi tra navigatori, e gps e smartphones, oltre che la buona vecchia mappa cartacea, sono tutte informazioni ampiamente disponibili. Ho preferito invece condividere ciò che mi è piaciuto del percorso e gli spot fotografici. L'unica cosa da menzionare sul come arrivare - la traccia inizia da Cartore - è che bisogna percorrere una strada sterrata di qualche chilometro dove, a meno che non si disponga di un fuoristrada, in alcuni punti bisogna fare un po' di attenzione per non toccare il fondo.
Categoria: Trekking 7 years ago
Gianni
Inserito 7 years ago
Gianni

Condividi la traccia

Vota questa traccia:

Non ancora valutato

Min Elevation
947 metri
Total Distance
11.29 km
Max Elevation
1968 metri
Total Time
6h 32m 49s
Total Elevation Gain
1091 metri
Way Points
8
Total Elevation Loss
1128 metri
Track Points
472
Max Speed
6.84 km/hr
Route Points
0
Average Speed
1.72 km/hr
Valori non disponibili nel file GPX possono essere visualizzati con 0.
Questa traccia e' stata scaricata 37 volte(a). Fai il login per scaricare la traccia.
google
450px
http://{s}.tile.openstreetmap.org/{z}/{x}/{y}.png
© OpenStreetMap contributors
Distanza: {0} {2} Altimetria: {1}
Distanza: {0} {2} Velocita': {1}
Distanza: {0} {2} Frequenza cardiaca: {1}
Distance: {0} {2} Cadence: {1}
https://winterseason.it/media/com_gpstools/markers/02marker.png
https://winterseason.it/media/com_gpstools/markers/default.png
#0000FF
#0000FF,#c1392b,#ffbe00,#2d3e50,#27ae61,#74065f,#2998d8
0
2
50
google.maps.MapTypeId.HYBRID
1
1
1
1
1
1
1
google.maps.ZoomControlStyle.DEFAULT
google.maps.MapTypeControlStyle.DEFAULT
Distance
Elevation
Speed
Heart Rate
km
kmph
m
km
Miglia
metri
ft
miglia/hr
ft/sec
km/hr
m/s
/index.php?option=com_gpstools&task=rating.rate&id=216&format=json

Stazioni invernali

  • SKiPass Alto Sangro: Roccaraso - Rivisondoli

Itinerari Invernali

  • Monte Rapina 2027 m

    Itinerario nel Parco Nazionale della Majella. Consigliato per sci alpinismo e snowboard backcoutry.

Snowpark Abruzzo

  • Panorama Park - Passolanciano

Itinerari trekking

0
Shares